LA MANUTENZIONE DELLE VOSTRE CRAVATTE

 

Oggi vi diamo dunque qualche consiglio in modo che le cravatte possano durare a lungo nel tempo. 
La cura di una cravatta parte da piccoli accorgimenti quotidiani. Il primo consiglio, parlando di cravatte in seta, è di non fare mai un nodo troppo stretto in modo tale da non sgualcire irrimediabilmente il tessuto. Quando togliete la cravatta riponetela subito in modo tale da far distendere le fibre grazie alla forza di gravità.

Come per le scarpe è bene sempre evitare di indossare due giorni consecutivi la cravatta ma farla riposare per almeno un'intera giornata. Se, nonostante questo piccolo trucco, la vostra cravatta continua a presentare pieghe e sgualciture, non ricorrete al ferro da stiro perché traumatizza le fibre e rischia di compromettere la bellezza della cravatta. Piuttosto, appendete la cravatta in un bagno prima di farvi la doccia o il bagno: il vapore che rilascerà l'acqua calda aiuterà le fibre della cravatta a far sparire o ridurre notevolmente le piegature.

Se la vostra cravatta ha bisogno di un lavaggio non ricorrete mai al fai da te e non utilizzate l'acqua. Rischierete di rovinare la forma della cravatta in modo permanente. Per lavare una cravatta c'è bisogno sempre della pulizia a secco in lavanderia.

Nel caso di piccole macchie potete ricorrere ad uno smacchiatore ma seguite un piccolo trucco per evitare che si creino degli aloni. Mettete la cravatta in un barattolo e riempitelo con lo smacchiatore che preferite, agitatelo e poi appendete la cravatta per farla asciugare.

Se seguirete questi piccoli consigli le cravatte che acquisterete nelle boutique della Sartoria Cardona dureranno per sempre. Infatti, i tessuti utilizzati e le tecniche sartoriali adottate fanno delle nostre cravatte un prodotto italiano d'eccellenza. Se voi contribuite con i piccoli accorgimenti che vi abbiamo presentato le vostre cravatte saranno sempre nuove.

 
 
 

« Indietro