COLLOQUIO DI LAVORO, GUIDA ALL'OUTFIT

 
La prima impressione è quella che conta. Affermazione ancora più vera quando si tratta di un colloquio di lavoro dove, in pochi minuti, i recruiter decidono se facciamo al caso dell'azienda per cui ci si è candidati.

Il modo di vestirsi cambia a seconda del lavoro, ma è fuori di dubbio che un uomo che si presenta in giacca e cravatta parte in vantaggio rispetto ad uno che arriva in jeans e maglietta. E' una buona prassi indossare una giacca di un colore forte come il grigio o il blu scuro. Preferite sempre una camicia a maniche lunghe, bianca o coordinata con la giacca e una cravatta sobria ed elegante. Scegliete delle scarpe classiche, preferibilmente nere, blu o marroni e ci raccomandiamo di prestare attenzione alla loro pulizia.

Attenzione anche agli accessori: meglio non indossare orecchini o sfoggiare tatuaggi e piercing, non avere collane in vista e avere barba e capelli curati.

Prima di entrare nella stanza del colloquio ricordiamoci di togliere la suoneria al cellulare e di buttare il chewing-gum.

Molti studi di psicologia sociale danno grande importanza all'uso dei colori, anche nell'abigliamento. Ricordiamoci allora che il marronecomunica calma e neutralità; il blu rappresenta fiducia e calma; il grigio fa passare una personalità neutra e raffinata; il nero, infine comunica autorità e autorevolezza ed è quindi indicato per posizioni di alto livello, sconsigliato dunque per colloqui di basso profilo o per le prime esperienze.

Affidatevi ai nostri artigiani sartoriali per affrontare un colloquio di lavoro al meglio.

« Indietro